NJIQAHDDA
“Ho’oponopono”

Dietro lo strambo titolo di “Ho’oponopono”, in realtà il nome di una tecnica di meditazione rituale hawaiana, si cela un breve EP dedicato proprio alla ricca cultura presente in quelle isole. D’altronde non è la prima volta che il duo evidenzia un interesse verso quei territori, visto che i videoclip di “Urmae Copistrum Xaaqa Qahdda” erano stati tutti girati durante una loro vacanza in quella zona. Peccato che il brano principe qui presente non sia effettivamente granchè. La lunga “Alas, Pa-Pi’-o” è basata su tre riffs molto semplici e portata avanti per oltre dodici interminabili minuti, a cui vengono poi aggiunte le loro tipiche clean vocals, mai come in questo caso piuttosto indigeribili. Molto meglio “Uluhe”, una delicata invocazione a qualche divinità hawaiana composta di sola chitarra acustica e voci pulite. Questa volta l’utilizzo della voce è estremamente centrato, ed anche le armonie vocali riescono arricchire in maniera significativa l’estrema semplicità della composizione. Insomma, un piccolo e quasi inaspettato gioiellino acustico da parte del duo americano, che sembra quasi voler aprire un nuovo percorso su sonorità meno aspre e più lineari. 

Contatti: Bandcamp
Etichetta: EEE Recordings
Anno di Pubblicazione: 2013
TRACKLIST: 01. Alas, Pa-Pi’-o; 02. Uluhe
Durata: 18:25 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.