ORVE / A MONUMENTAL BLACK STATUE / EXALTATIO DIABOLI
“A Sinister Allegiance”

Sempre attenti a quello che il panorama italiano ha da offrire, questa volta andiamo a conoscere più da vicino i progetti a nome Orve, A Monumental Black Statue ed Exaltatio Diaboli, per l’occasione fianco a fianco in uno split a tre portato avanti dalla War Command Distro. “A Sinister Allegiance”, questo il titolo scelto per questa uscita, a differenza di molti altri lavori che propongono realtà mutualmente estranee, se non a livello di suoni, quantomeno da un punto di vista puramente geografico, ha dalla sua la volontà di farci conoscere tre realtà umbre accomunate da un background Black Metal interpretato da ognuna di esse in modo abbastanza diverso. Ma andiamo con ordine e partiamo con gli Orve ed i loro sette brani posti in apertura dello spilt.

In un periodo in cui anche la band più sgangherata può facilmente realizzare un prodotto dalla produzione discreta, puntare su un profilo lo-fi può essere una decisione non sempre condivisibile, perché se da una parte consente di ricreare una sorta di patina old school, dall’altra può dare adito a delle speculazioni sulla reale bontà compositiva ed esecutiva del progetto, che potrebbe appunto ricorrere ad una simile scelta per mascherare eventuali carenze. Nel caso degli Orve, band al debutto in cui militano due membri dei Waldweg oltre a D.H., attivo pure negli altri progetti coinvolti in questo spilt, mi sento di escludere quest’ultima eventualità visto che nel tempo a loro disposizione i nostri, pur puntando su un approccio orgogliosamente refrattario ad ogni modernismo, sfornano tutta una serie di brani che sono un must per chi come me adora le sonorità di scuola Darkthrone, con particolare riferimento all’epoca “Under A Funeral Moon”. Certo, si potrebbe aprire una discussione potenzialmente infinita sulla reale necessità di pubblicare, a oltre vent’anni di distanza, materiale che si rifà a certi capolavori immortali, ma si tratterebbe, appunto, di un puro onanismo mentale, perciò molto meglio godersi i gelidi riff di piccole perle come “Diabolical Black Metal” e “Eat The Flesh Of The Father”, consci che, pur risplendendo di luce riflessa, lavori di questo tipo difficilmente finiranno per deludere le aspettative di chi continua ad amare questo genere. Gli A Monumental Black Statue, duo formato da D.H. e XYX e con alle spalle quasi un decennio d’attività e tre full length ed uno split, portano invece in dote sei pezzi (tra cui due cover) che faccio fatica a catalogare per via della loro ecletticità che, per certi aspetti, mi ha riportato alla mente un incrocio tra i Malnatt (“Porte Rotte & Calci In Culo” su tutte), gli Spite Extreme Wing e i Frangar. Stare qui a spaccare il capello in quattro per trovare un’etichetta è francamente un puro esercizio di stile, perciò vi basti sapere che la padronanza con cui i nostri maneggiano il genere, inflazionandolo addirittura con partiture trip hop come in “Lo Sfasciafamiglie”, è di quelle che non lasciano dubbi sulla reale bontà del progetto che, potrà piacere o meno, sa decisamente il fatto suo e non ha particolari problemi a dimostrarlo. Arriva infine il turno degli Exaltatio Diaboli di Frater Saatet-Ta (aka D.H.) e Nocturnal Fog che, a differenza dei loro compagni di viaggio, si limitano ad una sola traccia, pur della durata di oltre dieci minuti. Il risultato è “Actus Contritionis. Pars II”, che come ci suggerisce il titolo è il secondo capitolo dell’omonimo pezzo contenuto in “The Adversarial Ascending Force”, album già registrato ed oramai prossimo a vedere la luce. Con la loro proposta si ritorna su territori più canonici ma, a differenza degli Orve, questo si concretizza con un riffing tagliente ed una sezione ritmica lanciata in un assalto incessante che può ricordare maggiormente un certo Black Metal più slegato dalla tradizione norvegese. Purtroppo un solo pezzo è poco per farsi un’idea un po’ più precisa, ma la prima impressione è anche questa volta più che positiva, perciò, andando a concludere, non posso che constatare come “A Sinister Allegiance” sia più di un semplice split, non solo e non soltanto per la sua durata, ma soprattutto perché ci offre uno spaccato di tre realtà italiane che vale la pena non perdere di vista. Insomma, più di un’ora di buona musica che scorre via che è un piacere, serve altro per consigliarvelo?

BRIEF COMMENT: “A Sinister Allegiance” is a three-way split released by italian bands Orve, A Monumental Black Statue and Exaltatio Diaboli via War Command Distro. In it, every act show its personal way of playing Black Metal, giving us the chance to get in touch with its sound, be it respectively Darkthrone oriented, Experimental or blastbeating.

Contatti: A Monumental Black Statue / Exaltatio Diaboli
Etichetta: War Command Distro
Anno di pubblicazione: 2015
TRACKLIST: 01. Orve – Funeral Winter; 02. Orve – Diabolical Black Metal; 03. Orve – Grave Born; 04. Orve – Eat The Flesh Of The Father; 05. Orve – The Mirror Of Turpitude; 06. Orve – Mastery Of Sinister Force; 07. Orve – Veni Lucifer!; 08. A Monumental Black Statue – Porte Rotte & Calci In Culo; 09. A Monumental Black Statue – Il Nostro Stato (2015 Version); 10. A Monumental Black Statue – Brucia L’Umbria E Prosciugane I Laghi; 11. A Monumental Black Statue – Vexilla Regis [Noxia Cover]; 12. A Monumental Black Statue – Lo Sfasciafamiglie; 13. A Monumental Black Statue – Continuo, Infinito, Presente [Criptum Cover]; 14. Exaltatio Diaboli – Actus Contritionis. Pars II
Durata: 76:52 min.

Autore: Iconoclasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.