PAUL CHAIN
“Life & Death”

Che cosa aggiungere a “Life & Death” che non sia stato ancora detto nel corso degli anni? Pur essendo il primo LP pubblicato utilizzando solo il proprio nome, “Life & Death” viene considerato da molti come il punto più alto mai raggiunto dal chitarrista marchigiano. Non so se questo sia vero o no, per quanto mi riguarda continuo a rimanere totalmente incantato dal successivo “Violet Art Of Improvisation”, ma è davvero innegabile che in questo lavoro il buon Paul riesca a sintetizzare al meglio tutte le sue infinite influenze e ricerche musicali, pur mantenendo sempre in primo piano la forma canzone. Siamo decisamente lontani dai deliri sonori di una “Tetri Teschi In Luce Viola”, sebbene non manchino piccole isole sperimentali come l’intro di “Steel Breath” composta dal guru dell’elettronica esoterica e grande amico di Paul, Aldo Polverari, o il meraviglioso affresco medioevale di “Ancient Caravan”, composta insieme a Silvia Chain. Ma “Life & Death” è il disco della chitarra di Paul, capace di spaziare tra gli ultimi resti dei Death SS (“Antichrist” o la lunga “Cemetery”), l’evocazione dei sempre amati 70s (la blueseggiante “My Hills” o il roccioso mid-tempos di “Alleluia Songs”) e il suo tipico Heavy Doom, per cui il nostro rimane praticamente imbattibile ancora oggi (la lunga e cadenzata “Kill Me” o la maligna “Spirits”), mostrando un gusto per gli assoli assolutamente incredibile. Da notare anche come Paul si destreggi ottimamente anche come vocalist, mostrando una versatilità nell’interpretazione finora mai mostrata. Insomma, comunque la si giri, “Life & Death” è un disco decisamente inattaccabile e che rimane, ancora oggi, come una delle gemme più fulgide della lunga discografia di Paul Chain.

BRIEF COMMENT: Paul Chain‘s debut full length as a solo artist was this “Life & Death”, an amazing album in which the Italian guitarist showed us all his musical influences and experiences. A jewel to be rediscovered.

Contatti: Sito Ufficiale (Etichetta)
Etichetta: Minotauro Records
Anno di pubblicazione: 1989, 2017 (Reissue)
TRACKLIST: 01. Steel Breath; 02. Antichrist; 03. Kill Me; 04. Ancient Caravan; 05. My Hills; 06. Alleluia Song; 07. Spirits; 08. Cemetery; 09. Oblivious
Durata: 44:50 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.