POSSESSION
“His Best Deceit”

Per la veemenza del sound e la fura che pervade ogni istante di questo lavoro, pare proprio che i belgi Possession abbiano registrato il loro demo di debutto in preda ad una possessione demoniaca. Uscito in versione vinile per la Iron Bonehead e in cd per la Invictus Productions, “His Best Deceit” diventerà presto un acquisto “indispensabile” per i cultori del Black/Death più ignorante, sfrontato e blasfemo.

Sembra uscire dalla fine degli anni ’80 il primo vagito dei Possession, grazie ad una produzione grezza, cruda e polverosa che esalta le chitarre sferzanti e putrescenti accompagnate da dinamiche sempre con l’acceleratore al massimo e attraversate da assoli schizoidi. Il risultato è un pandemonio sonoro malsano e soffocante alla Black Witchery, giusto per rendervi l’idea, anche se spiegare a parole quello che sono capaci di fare i quattro belgi è veramente difficile. Strutture marziali e incalzanti all’inverosimile, che creano un’angoscia da infarto, si uniscono ad uno screaming bestiale e raschiante e ad un riffing brutale e caotico che infuria in modo smodato e intollerante. Dovendo scegliere un pezzo che riesca a rappresentare al meglio i Possession, vado a colpo sicuro sulla titletrack, in quanto esprime magistralmente la potenza annichilente e selvaggia della band: una lenta e dolorosa discesa in una dimensione catacombale, arricchita da un mood sulfureo e soffocante tanta è la veemenza con cui i pattern vengono scagliano contro di noi. Da applausi anche “Necromancer”, cover di un brano dei primi Sepultura, scatenata e spietata quanto l’originale e perfetta nel chiudere in bellezza questo primo demo dei Possession. Se queste sono le premesse e se i belgi sapranno mantenere alta la tensione con un songwriting ispirato e senza cali di tensione anche sulla lunga distanza, allora i fan del Black/Death più becero e violento e di act quali Blasphemy e Sarcofago avranno di che gioire!

BRIEF COMMENT: “His Best Deceit”, first demo by Possession, is a burning and blasphemous Black/Death manifesto full of hate, violence and mefitic stench thanks to raw and brutal guitars, devastating drumming and diabolical screaming sorrounded by a chocking and hellish mood.

Contatti: Official Website
Etichetta: Invictus Producions
Anno di pubblicazione: 2013
TRACKLIST: 01. Intro – Possession; 02. The Truth Of Cain; 03. His Best Deceit; 04. Necromancer (Sepultura Cover)
Durata: 16:55 min.

Autore: Nivehlein

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.