REVELATION’S HAMMER
“Revelation’s Hammer”

La nostrana My Kingdom Music si dimostra sempre molto attiva sia sul piano nazionale che internazionale e Revelation’s Hammer è l’ennesima conferma. Questo omonimo album segna il debutto del progetto di Accuser (che annovera come session drummer Myrvoll dei Nidingr ed Exilis dei Troll alle tastiere nella terza e sesta traccia) a sei anni dalla formazione, anche se il musicista norvegese non è affatto alle prime armi. Ciò emerge chiaramente, sia dal songwriting compatto e dalle dinamiche per niente immediate, sia dalla produzione e dalla scelta di mixare l’album presso i “Toproom Studio”, ai quali si sono rivolti anche band del calibro di Mayhem e Borknagar.

In questo primo lavoro, Accuser sfodera un Black Metal dalla forza dirompente, caratterizzato da costruzioni articolate e striscianti che lasciano esprimere blasfemia e terrore ai massimi livelli. L’atmosfera sulfurea di “Revelation’s Hammer” è acuita dalla distorsione fredda e lacerante delle chitarre che rimanda ai Satyricon di “Rebel Extravaganza”, per quel suo retrogusto perverso e per le movenze ossessive. Il blast beat fulmineo e il riffing graffiante si riversano come una pioggia di fuoco sulle nostre orecchie martellandole allo sfinimento; l’assalto sonoro si spegne poi all’improvviso per trasformarsi in un agghiacciante e claustrofobico mid-tempo segnato da riff contorti e dalle movenze schizoidi. E’ uno schema che ritroviamo anche nella title-track, il cui mood indomito e ruvido rivela chiare infiltrazioni Death Metal che rendono la proposta di Accuser ancora più malefica e incisiva, arricchita da un eclettismo sonoro ben evidente anche negli inserti Thrash oriented della conclusiva “The Crown Of Malice” o in “Den Blåøyde”, pezzo morboso e dal potere alienante che fa pensare ai Watain. Ogni brano è pervaso da un’aura velenosa nella quale rivestono un ruolo di prim’ordine le ritmiche convulse attraversate da chitarre che si muovono come schegge impazzite su pattern sincopati: tutto ciò “strozza” letteralmente l’ascoltatore in un dimensione desolata ed apocalittica allo stesso tempo. Revelation’s Hammer è un album che gode di una produzione potente che ben supporta le bordate letali e maestose di Accuser, fautore di un Black Metal sinistro e conturbante che non disdegna fosche contaminazioni dal panorama del metal estremo. Se continuerà su questi livelli e, allo stesso tempo, cercherà di creare un trademark ben riconoscibile, sentiremo parlare a lungo di questo progetto.

BRIEF COMMENT: If you are looking for menacing and destructive Black Metal, “Revelation’s Hammer” is the right choice for you. The debut album by the norwegian one man band shows apocalyptic and epic atmospheres intensified by pitchy and biting guitars full of hate and poisoning in the vein of Watain and Marduk.

Etichetta: My Kingdom Music
Anno di pubblicazione: 2013
TRACKLIST: 01. Obsessed Onslaught; 02. Revelation’s Hammer; 03. Den Blåøyde; 04. Buried As Filth; 05. Avgudsdyrkelse; 06. The Crown Of Malice
Durata: 46:17 min.

Autore: Nivehlein

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.