SOLITVDO
“Hieràrkhes”

Il precedente album di debutto “Immerso In Un Bosco Di Quiete” non solo aveva mancato per mere ragioni un posto nella mia top 5 del 2014, ma soprattutto aveva messo in luce in modo definitivo il nome Solitvdo come uno dei progetti emergenti più interessanti all’interno del panorama Atmospheric Black italiano. Ora, a distanza di un paio d’anni, il buon DM ritorna alla carica con questo nuovo “Hieràrkhes”, una uscita che sembra mostrare sin dalla stessa copertina un deciso cambio d’approccio sia per le tematiche delle liriche da parte del suo mastermind, che per la musica stessa. In realtà, DM continua però a livello di testi la propria analisi del suo rapporto interiore con la natura e la società attuale, utilizzando questa volta come termine di paragone alcuni dei valori e delle virtù insite nella storia e nella mitologia dell’antica Roma.

Tuttavia, in questa recensione ho deciso di mettere da parte l’analisi di questo aspetto della release, dal momento che essa verrà sviscerata in dettaglio assieme al suo autore in una nuova intervista di prossima pubblicazione, concentrandomi così sul lato prettamente sonoro. Sotto questo aspetto, questo “Hieràrkhes” mostra una netta semplificazione del sound dei Solitvdo. L’Atmospheric Black di chiara estrazione Drudkh, che era comunque già presente all’interno delle influenze mostrate nel precedente “Immerso In Un Bosco Di Quiete”, si mostra in maniera più netta. Inoltre, il sound si carica ancor più di atmosfere marziali e solenni, con la chitarra di DM in primo piano, una sezione ritmica solida ma ben sostenuta da un ottimo suono del basso e tastiere che disegnano scenari epici ed arcaici. Tuttavia, nonostante questi cambiamenti, lo stile di DM rimane ben evidente e la qualità del disco si mantiene per tutta la sua durata di livelli decisamente elevati, giusto “Fides, Pieta, Gravitas, Virtus” non mi convince appieno per i suoi tempi estremamente tirati, anche se però sfodera un assolo di chitarra finale davevro spettacolare. Insomma, un bel ritorno con i fiocchi per DM, che è riuscito a dare un gran seguito all’incantevole debutto “Immerso In Un Bosco Di Quiete”, senza però seguirne fedelmente le orme.

BRIEF COMMENT: The long awaited heir of Solitvdo‘s stunning “Immerso In A Bosco di Querce” is finally arrived. The mastermind DM takes new input from the Ancient Rome heritage to analyze his relationship with the world and the nature. The typical sound of the project is pretty much the same, this time adopting more linear and simple arrangements. The final result is quite interessing, showing a new and important step in Solitvdo‘s saga.

Contatti: Bandcamp
Etichetta: Eremita Produzioni (Tape Version), Naturmacht Productions (CD Version)
Anno di Pubblicazione: 2016
TRACKLIST: 01. Hierarkhes; 02. Aristokratia; 03. Devotio – Marco Curzio; 04. Fides, Pietas, Gravitas, Virtus; 05. Il silenzio
Durata: 46:06 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.