SUBLEVELS
“Eo Abyssvs Occvltvs”

Gli argentini Sublevels ci hanno messo poco per farsi notare. Nati soltanto due anni fa, il loro primo album “Eo Abyssvs Occvltvs” ha ottenuto una buona risonanza e non solo in America Latina. I nostri propongono un Death Metal ultra-tecnico con venature Brutal e strutture ritmiche che, in certi frangenti, risentono pesantemente dell’influenza dei Meshuggah (“Hanged From The Medulla” è un esempio palese).

E’ impossibile descrivere singolarmente le tracce del disco, tanta è la “carne sul fuoco” e la complessità degli arrangiamenti: i riffs sono aggressivi e multiformi, le ripartenze e le accelerazioni imprevedibili. Tutto ciò, unito alle vocals spietate e laceranti, crea una dimensione fortemente claustrofobica e l’impatto sonoro è a dir poco devastante grazie a chitarre granitiche che piombano come mazzate, fredde e distruttive, su schemi aritmici e privi di logica che alimentano la sensazione di alienazione e angoscia. Oltre a ciò, in “Eo Abyssvs Occvltvs” è presente una forte dose di pazzia sia nelle melodie fangose e implacabili delle chitarre, sia nel drumming convulso e ferocemente brutale in certi frangenti. Quello che manca per ora ai Sublevels è quel briciolo di personalità in più che permetterebbe loro di distaccarsi dal “fantasma” dei Meshuggah che aleggia talvolta in maniera palpabile. Certe soluzioni che per gli svedesi sono di una spontaneità disarmante, nonostante l’estrema complessità tecnica, risultano un pò forzate e poco ispirate negli argentini, con conseguenti cali di tensione.
Considerando comunque che si tratta di un debutto, questi piccoli difetti non possono che essere limati col passare del tempo e con l’esperienza dai Sublevels, una band dalle forti potenzialità e che lascia intravedere dei buoni margini di miglioramento.

BRIEF COMMENT: Sublevels are an argentinian band that plays technical Death Metal with a hint of Brutal, creating claustrophobic and frantic guitar riffs and syncopated patterns that are strongly affected by Meshuggah’s lesson.

Etichetta: Self-released
Anno di pubblicazione: 2012
TRACKLIST: 01. Emissary Of Horror; 02. Neurphagos; 03. The Dynamics Of Obsolescence; 04. Reacting Against Armageddon; 05. Abstraction For Another Being; 06. Hanged From The Medulla; 07. From The Twilight Of Discernment; 08. The Banned Side Of Sanity; 09. Devastating Genesis; 10. Destructive Descent; 11. Eo Abyssvs Occvltvs; 12. Hidden Track
Durata: 46:33 min.

Autore: Nivehlein

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.