SYNOP
“77 Bombers”

E’ solo durante la seconda guerra mondiale che le forze aeree vennero usate massicciamente in ambito militare. Alcuni strateghi erano addirittura convinti che con i soli bombardieri sarebbe stato possibile vincere qualsiasi battaglia. In verità la tecnologia non si rivelò sufficiente perché ciò potesse avvenire e molti degli attacchi aerei condotti dagli alleati sfociarono in perdite clamorose e, talvolta, in veri e propri fallimenti. Non per niente, infatti, troviamo tra i più acclamati eroi di guerra quei piloti che nonostante le condizioni totalmente avverse, riuscirono a portare a termine missioni che venivano date per suicide. Prima di iniziare questa recensione voglio però raccontarvi in breve quella che fu denominata “Operazione Double Strike”, e in particolar modo l’attacco a Schweinfurt da parte dell’VIII Comando Bombardieri dell’USAAF. L’operazione prevedeva un doppio attacco aereo, con l’ingresso in Germania delle due formazioni sfalsato di 10 minuti. Il primo attacco avrebbe colpito le industrie belliche Messerschimtt a Ratisbona, il secondo, quello che qui ci interessa, colpì le fabbriche di cuscinetti a sfera situate a Schweinfurt. L’idea era quella di disorientare i nazisti, con un doppio attacco tanto rapido e dislocato da non permettere loro di organizzare una seconda difesa e, allo stesso tempo, di sfaldare la prima. Il maltempo, l’ottima organizzazione dei tedeschi (per altro forniti di potenti radar, in grado di individuare le unità nemiche in partenza da Oxford) e i limiti tecnologici degli aerei americani non permisero la piena riuscita delle due missioni. Le perdite furono disastrose, con l’unico risultato di rallentare solo di poche settimane la produzione bellica del nemico. Le testimonianze dei sopravvissuti sono cocenti ricordi di lutto e disfatta. Dell’intera flotta, l’America perse 590 uomini e ben 77 bombardieri. Quel giorno, il 14 ottobre del 1943, viene ricordato come il Black Thursday. Il Giovedì Nero.

Non sappiamo perché nel 2007 a Frans Janssen sia venuto in mente di iniziare a dipingere aerei, ispirato da questa storia, per concludere l’anno scorso realizzando una mostra intitolata “77 Crashed Bombers”. Sappiamo però che incarica suo fratello Ton di comporre una colonna sonora per quelle immagini. Nasce così l’ultimo lavoro che va ad arricchire il progetto SynoP, necessariamente un concept album, di Ton Janssen. Il disco si intitola appunto “77 Bombers” e, benché si tratti di musica Ambient, i brani presentano talvolta porzioni di monologhi e parti parlate (persino quella che sembra una vecchia pubblicità sul tabacco), tra cui un poema scritto dallo stesso Frans. Quello che colpisce è il senso di sospensione, quasi assoluto. La lunga digressione iniziale sull’operazione “Double Strike” ci sembrava fondamentale per capire meglio cosa vuole raccontarci davvero questo disco. La prima traccia omonima infatti ci proietta subito in un mondo fatto di motori, rotori, aerei, bombardieri, caccia, mitragliatori, abbattimenti. Poi prosegue con una ricerca intimistica di suoni e note gravi sospese, ricordandoci che il suono della guerra non è solo rumore di scontri ma soprattutto l’inquietante silenzio del dopo. Ogni tanto delle voci ci parlano di aerei abbattuti e dei caduti in battaglia. Il vuoto che si sente non lascia spazio ai vincitori, la guerra produce solo vittime. Ton Janssen solitamente propone con SynoP un concetto di musica Ambient che non va solo sentito, come una qualunque musica di sottofondo di questo tipo di genere, ma va ascoltato. Contrariamente a quanto avveniva con il precedente “At The End Of The World When The Lights Fade Out” è però evidente che questa volta l’artista ha preferito lasciare in primo piano le opere del fratello, che potete ammirare qui.L’insieme è piuttosto d’impatto.

BRIEF COMMENT: “77 Bombers”, latest release from SynoP, is a concept album on II World War developed after an exhibition of paintings by Frans Janssen, brother of the mastermind of the project. The album provokes strong reactions, picting the perfect catastrophic scenario of war that Frans’s paintings evoke. A work of art.

Contatti: SoundCloud
Etichetta: Self-released
Anno di pubblicazione:2014
TRACKLIST: 01. 77 Bombers ; 02. Rumble In The Sky ; 03. Endless View ; 04. Dark Cloud Over Europe ; 05. Hope For A Better Future ; 06. Alina Fuerht ; 07. This Is A Superb Cigarette (Commercial Break) ; 08. Escape To Nowhere ; 09. There Is More To Fury; 10. Homeland ; 11. Cold Season; 12. It’s Time To Move On (77 Bombers Pt.3 Scottish Version) ; 13. When The Rain Is Gone
Durata: 55.54 min.

Autore: Alonewalkfaster

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.