COMACOZER
“Kalos Eidos Skopeo”

Davvero instancabili gli australiani Comacozer, che a nemmeno un anno di distanza dall’ottimo exploit di “Astra Planeta”, ritornano a raccontarci le loro ultime esperienze psicotrope e relativi trip mentali col qui presente “Kalos Eidos Skopeo”. Questo nuova fatica, ancora una volta uscito sotto l’egida della Headspin Records, mostra una prima e importante novità innanzitutto a livello di line-up, con l’ingresso del nuovo tastierista Frank Attard, a cui spetta il compito di ampliare e dare profondità alle atmosfere create dalla band. Infatti, sin dall’opener “Axis Mundi”, si nota come i Comacozer, per questa loro fatica discografica, abbiano puntato quasi esclusivamente sull’aspetto psichedelico del loro suono, fatto di chitarre ricche di effetti e dal forte sapore orientaleggiante, con il lato più prettamente Stoner che viene ulteriormente messo un pochino da parte. Continua a leggere

COMACOZER
“Astra Planeta”

I più attenti di voi ricorderanno forse che avevo già avuto modo di parlare in passato degli australiani Comacozer e più precisamente del loro secondo EP “Deloun”, qui recensito circa un anno e mezzo fa. Pur apprezzando il loro Stoner in chiave psichedelico, mi ero fatto l’idea che la loro musica fosse decisamente più adatta per infinite live session improvvisate e condite da un alto tasso di sostanze psicotrope piuttosto che per “l’immobilismo” di album in studio. Ora, il trio capitanato dal chitarrista Rick ritorna con questo nuovo full-lenght, il cui titolo “Astra Planeta” è già tutto un programma. Continua a leggere

COMACOZER
“Deloun”

Giunge dalla lontana Australia, e più precisamene dalla stupenda Sydney, questo progetto che risponde al nome di Comacozer, un trio dedito ad uno Stoner strumentale dai toni altamente psichedelici. Formatasi abbastanza di recente, era il 2013, la band è composta da Rick B. alla chitarra, Rich E. al basso, con il batterista Andrew P. a completare la line up. Il primo risultato discografico dei Comacozer è stato l’EP “Session”, un’autoproduzione pubblicata nel novembre del 2014 e successivamente bissata, nel marzo di quest’anno, dal qui presente EP intitolato “Deloun”. Continua a leggere

LUCIFER’S FALL
“Lucifer’s Fall”

Riunire il Doom della tradizione sacra made in Black Sabbath, Saint Vitus e Pentagram all’Heavy Metal più duro e puro degli anni ottanta, questo è il focus primario del duo australiano chiamato Lucifer’s Fall e composto da Deceiver (voce, chitarra e basso) e Unknown And Unnamed (batteria). Formatisi solamente un anno fa come side-project della loro band originaria Rote Mare, i Lucifer’s Fall hanno pubblicato in breve tempo un demo (“Dungeon Demos 2013”) contente le rough version della title-track di “Unknown Unnamed”, che fa’ da preludio al qui presente full-leght di debutto. Continua a leggere

DROWNING THE LIGHT
“The Land Of The Dead Sun”

I Drowning The Light, gruppo australiano dedito ad un Black Metal pesantemente inflazionato dal Depressive, sono stati fin dagli esordi una band sempre molto prolifica, rilasciando ogni anno un paio di split, EP o full length. A questa vena apparentemente inesauribile non sono però corrisposti sempre lavori di livello, potendosi infatti trovare nella loro sterminata produzione bruschi e preoccupanti sbalzi di qualità, al punto che ormai mi avvicino con molta cautela e senza troppe aspettative ad ogni loro nuova uscita. Continua a leggere