VERTHEBRAL
“Abysmal Decay”

Avevo già parlato dei paraguaiani Verthebral circa un paio di anni fa a proposito del loro debutto presso Satanath Records ed intitolato “Regeneration”, descrivendo il loro Death Metal come un cantiere aperto, nel quale dominavano le influenze di Morbid Angel e Death. Passati sotto la protezione di una label esperta come la Trascending Obscurity, il quartetto originario di Ciudad Del Este inserisce nella propria line-up un nuovo batterista nella figura di Denis Viveros e ritorna in piesta con questo nuovo “Abysmal Decay”. Corredato da una immagine di copertina piuttosto brutta, i Verthebral sin dall’opener “Ancient Legion” mostrano di aver compiuto notevoli passi in avanti a livello di padronanza strumentale, con il nuovo drummer che si dimostra decisamente più vario e preciso del suo predecessore. Tuttavia, nonostante questi progressi, il loro Death Metal rimane fortemente ancorato ai maestri americani, da inquadrare nel trittico Morbid AngelDeathDeicide, con questi ultimi che acquistano un ruolo decisamente importante nella costruzione dei brani di questo “Abysmal Decay”, nel quale certi stacchi presenti su “The Art Of Perversion” o “Coronation Of Envy” sfiorano quasi il plagio. Gli stessi assoli di chitarra, che sul precedente “Regeneration” rappresentavano un interessante sfogo melodico, tendono ora a riprendere il piglio schizzato che avevano i fratelli Hoffmann, e che a loro volto avevano ripreso dagli Slayer. Purtroppo questo voler a tutti i costi aderire ai loro miti di riferimento, sacrifica fin troppo la loro possibilità di emergere in fase di songwriting. Certo qualche sprazzo particolare emerge qua e là, come per esempio in “Sweet Home Illusion”, ma è davvero troppo poco per far raggiungere la sufficienza a questo lavoro. E’ un peccato, perché paradossalmente li preferivo maggiormente al debutto, dove, pur essendo comunque derivativi, mostravano un piglio diverso, una passione più cristallina forse. Ora sembrano una band che per un mese filato ha ascoltato solamente i primi tre dischi dei Deicide, e poi si è chiusa in studio per tirare fuori dal cilindro questo “Abysmal Decay”. Un vero peccato.

BRIEF COMMENT: Second release from Verthebral, that after their debut “Regeneration”, comes back with this new “Abysmal Decay”, licensed under Trascending Obscurity label. Although the presence of a new skilled drummer raises the technician level of the band, the quality of their tracks remain anchored to the typical mix from the Death Metal masters of Death, Morbid Angel and Deicide. A decisive step backwards.

Contatti: Facebook
Etichetta: Trascending Obscurity Records
Anno di Pubblicazione: 2019
TRACKLIST: 01. Ancient Legion; 02. The Art Of Perversion; 03. Abysmal Decay; 04. Isolation Room; 05. Coronation Of Envy; 06. Absence Of A God; 07. Sweet Home Illusion; 08. Obsidian Tears; 09. My Dark Existence; 10. Testimony Of Hate
Durata: 41:25 min.

Autore: KarmaKosmiK

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.