VERTHEBRAL
“Regeneration”

Era da un po’ che non riprendevo in mano la mia amata pseudo-rubrica, simpaticamente intitolata “Pechino Express”, nella quale vado a recensire e presentare dei gruppi provenienti dalle nazioni più inconsuete ed esotiche. Quest’oggi tocca quindi al giovane quartetto paraguaiano Verthebral, al suo debutto con questo “Regeneration”, uscito lo scorso fine giugno per conto della Satanath Records. All’inizio, forse a causa di un ascolto piuttosto frettoloso o forse per l’opener “Place Of Death”, li avevo scambiati per un giovane clone dei Morbid Angel. Poi, riascoltando con più attenzione questo “Regeneration”, mi sono reso subito conto del mio errore di valutazione. Certo, qua e la’ richiami al buon Trey e compagnia radikult saltano ovviamente fuori, ma la vera stella polare dei Verthebral sono a mio avviso i Death di “Leprosy”. Infatti, i loro brani spingono molto sull’alternanza tra momenti più brutali, dove a dominare e’ il tremolo picking delle chitarre, e mid-tempo atti a creare stacchi dal sapore quasi Heavy. Questa mia sensazione non credo sia cosi’ campata in aria, dal momento che, spulciando su Metal Archives, si nota come il batterista Gabriel Galeano e il chitarrista Daniel Larroza suonino insieme anche in un gruppo Heavy dal nome Ariman. Se proprio volessi dirla tutta, le parti soliste di cui il disco abbonda fanno venire in mente gli assoli dei buon Kirk Hammett su “Ride The Lightning”. Boh, sarà la produzione che stracarica di riverbero la chitarra solista, ma in certi momenti sembra veramente di risentire gli assoli di “Fight Fire With Fire” o della stessa title-track. Comunque sia, sebbene questo “Regeneration” sia alla fine un disco più che ascoltabile, la band tradisce la propria giovane eta’ con un sound ancora decisamente acerbo e troppo derivativo. Da rivedere anche i pattern di batteria di Galeano, che trovo essere un po’ troppo statici ed ingessati per il genere proposto dalla band, mentre sono promosse le gia’ citate parti soliste, che ritengo essere la parte maggiormente curata di questo “Regeneration”. Insomma, diamo tempo a questi nostri giovani Verthebral, perché credo che con la giusta maturazione ed applicazione, nel prossimo futuro, la band sarà in grado di tirare fuori qualcosa di decisamente ancor più interessante.

BRIEF COMMENT: Verthebral is a young band that comes from Paraguay and this “Regeneration” is their debut album released via Satanath Records. Although the four piece pays something in terms of experience, their Death Metal, totally inspired by Death‘s “Leprosy”, mixed with some Heavy Metal parts and enriched with a lot of solos, is not so bad. Undoubtedly, their drummer need to improve his parts, but if we give them some time to grow up, in the next future something cool could even come out.

Contatti: Facebook
Etichetta: Satanath Records
Anno di pubblicazione: 2017
TRACKLIST: 01. Apocalyptic Seasons (Intro); 02. Place Of Death; 03. Spirit In Solitude; 04. Regeneration; 05. Beyond The Garden Of Creation; 06. Without Any God; 07. Old Man’s Memories; 08. The Plague Of Insomnia; 09. Immaterial Essence Of Things; 10. Inside Of Me
Durata: 43:27 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.