WALL OF THE EYELESS
“Wimfolsfestta”

Una bella sorpresa arriva da questo giovanissimo duo russo-svedese. “Wimfolsfestta” è il secondo demo per i Wall Of The Eyeless che, dopo “Through Emptiness” del 2011, continuano ad ammaliare con la loro proposta atipica e sperimentale. Su una base Death Metal i nostri hanno infatti innestato incursioni Prog ed acustiche, intermezzi deliranti e fulminei, aperture atmosferiche e fosche che ricordano gli ultimi Katatonia e parti di chitarra solista coinvolgenti e drammatiche.

Tutto ciò fa capire come i Wall Of The Eyeless non siano degli sprovveduti alle prime armi, anzi: la loro personalità e maturità nel songwriting fa impallidire band ben più blasonate e di vecchia data. Sono riff contorti ma fluidi e dal potere velenoso quelli che aprono “Fever”, che poi si distendono assumendo un’aria gravosa e grigia nei mid tempo per ripiombare con una violenza granitica e ferale con l’ausilio di ritmiche convulse ed infernali. E’ questo lo schema che i Wall Of The Eyeless imprimono nei loro pezzi, schema che tuttavia resta imprevedibile nei modi di attuazione. Nella travagliata “The Longest Winter” anche la chitarra solista si lancia in dinamiche spasmodiche, sostenuta dalle distorsioni stranianti e malate dei pattern, che acuiscono la dimensione febbrile. Come per il sound, anche le parti vocali rivelano una doppia anima: il growl aggredisce nei momenti più aggressivi mentre clean vocal sognanti e sofferte vengono utilizzate negli inserti atmosferici. Quest’ultimi sono tormentati e pregni di dolore come gli arpeggi nella conclusiva “Piercing Mist”, che seguono ad un intro segnato da chitarre affilate e dal feeling morboso. Personalmente ritengo che “Revulsion Fever” sia il pezzo migliore del demo, anche se la scelta è ardua vista la qualità indiscutibile di quanto fatto dai Wall Of The Eyeless: i pattern affilati si susseguono infatti in un climax snervante e angoscioso lasciando emergere una violenza brutale che si declina anche in forme meno dirette ma sempre micidiale e ad alto tasso emotivo. Quello che colpisce è la spontaneità e la naturalezza con la quale si passa da movenze psicotiche e ossessive a mid tempo di calma apparente, senza percepire forzature nonostante il songwriting complesso e variegato. “Wimfolsfestta” è perciò un demo consigliato ai cultori del Death Metal sperimentale che non viene soffocato da tecnicismi fini a se stessi, capace di mantenere la tensione ai massimi livelli con continui colpi di scena.

BRIEF COMMENT: “Wimfolsfestta” is the outstanding new demo by Wall Of The Eyeless, a young russian/swedish duo who plays an original and captivating experimental Death Metal mixing bold guitar riffs and painful and mesmerising atmospheres with an intricate but inspired songwriting.

Etichetta: Self Released
Anno di pubblicazione: 2013
TRACKLIST: 01. Flicker; 02. The Longest Winter; 03. Revulsion Fever; 04. Piercing Mist
Durata: 26:47 min.

Autore: Nivehlein

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.