WITCHER
“Néma Gyász”

Piccola premessa, dopo una piccola pausa per casini lavorativi, con questa recensione facciamo una piccola infrazione dalla nostra solita policy riguardante il periodo di pubblicazione dei lavori da recensire, per andare a parlare di questo “Néma Gyász” del duo ungherese dei Witcher, pubblicato sul finire del 2020, ma che, in seguito a varie sfighe postali, è riuscito a giungere tra le mie mani solo recentemente. Se proprio dobbiamo essere precisi, l’uscita di questo lavoro risale originariamente 2012, e questa di cui parlo in codesta sede è la ristampa effettuata dalla Filosofem Records, etichetta di cui dovrebbero essere proprietari gli stessi membri della band, che, oltre ad avere una copertina leggermente diversa, viene aggiunto anche un brano inedito intitolato “Keresztúton”. Tralasciando questi dettagli tecnici, posso subito dire che sarebbe stato davvero un peccato se questo cd non fosse mai arrivato, poiché questi Witcher sono veramente interessanti. Non ho informazioni sul fatto che il loro nome e la loro proposta sia influenzata dall’opera di Sapkowski, fortunato autore della saga fantasy omonima, ma è certo che ogni singola nota di questo “Néma Gyász” è profondamente immersa in un immaginario fantasy. Non è quindi un caso che il primo termine di paragone siano i maestri Summoning, da cui prendono il gusto per melodie semplici ma terribilmente funzionali all’atmosfera, ma da cui si distaccano per un approccio più legato ad un Black Metal tradizionale, diciamo Burzum se proprio vogliamo dare un nome di riferimento, anche se in certi passaggi mi hanno anche ricordato diverse cose dei primi Xasthur. Il suono è grezzo il giusto, capace di donare quella patina di sporcizia che rendono ancora più notturni ed avvolgenti i brani compresi in questo lavoro. Non c’è molto altro da dire, spegnete i cellulari, mettetevi un paio di cuffie e lasciatevi trasportare nel mondo incantato dei Witcher.

.

Contatti: Facebook
Etichetta: Rotten Crowz Productions, Filosofem Records (Reissue)
Anno di Pubblicazione: 2012, 2020 (Reissue)
TRACKLIST: 01. Intro; 02. Egyedül; 03. Néma gyász; 04. Esőnap; 05. Keresztúton (Bonus Track)
Durata: 42:43 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.