XENOS
“Filthgrinder”

Gli Xenos nascono in tempi molto recenti per iniziativa del bassista Ignazio Nicastro, in forza anche negli Eversin, come valvola di sfogo nel quale riversare tutta la propria passione verso il Thrash americano. Assieme a lui troviamo il batterista Danilo Ficicchia, proveniente anche lui dagli Eversin, ed il chitarrista palermitano Giuseppe Taormina (Crimson Wind, Terrorage), nonché un due ospiti di riguardo come il mitico Mantas, che regala un assolo su “Birth Of A Tyrant”, e Si Cobb degli Annihilated sulla conclusiva “Of Magma & War”. Ovviamente essendo la band nata come una specie di tributo, è lecito aspettarsi niente più che un impasto di cose già sentite, prendendo e riassemblando a proprio piacimento maestri come Slayer, Annihilation e primi Megadeth. La stessa voce di Nicastro ricorda un Tom Araya ancora più sgraziato, ma che tutto sommato in qualche modo riesce a portare a casa il risultato. Nonostante l’originalità non sia di casa, questo esordio “Filthgrider” non è affatto un brutto disco. L’accoppiata “So Old, So Cold” e “Iconoclast” pompa veramente bene, e l’headbanging è assicurato anche con la title-track o la già citata “Birth Of A Tyrant”. Purtroppo, il limite vero del disco è la sua produzione, veramente tirata con l’accetta. Oddio, preferisco il loro suono asciutto e sporco che puzza di 80s lontano un miglio, rispetto ad una produzione moderna, però è chiaro che si poteva fare molto di più. Il basso non si sente praticamente quasi mai, e la batteria non riesce ad essere incisiva come dovrebbe, rendendo di fatto il lavoro completamente dominato dalla chitarra di Taormina. Un’altra cosa che avrei evitato è la cover di “Peace Sells…”, che risulta non molto precisa nell’esecuzione, e soprattutto mostra tutti i limiti vocali di Nicastro. Ma, tuttavia, comprendo anche che tale versione rientra perfettamente nello spirito della band. Insomma, un esordio che si pone tranquillamente sulla sufficienza, ma per il futuro la band dovrà decidere se continuare ad essere semplicemente uno sfogo temporaneo, o provare a passare ad uno step superiore. Per me le capacità di poter fare qualcosa di più ci sono tutte, e nonostante i suoi difetti, questo “Filthgrinder” riesce in qualche modo a trasmetterle.

BRIEF COMMENT: The Xenos were born in very recent times on the initiative of bassist Ignazio Nicastro, in force also in the Eversin, as an outlet valve in which to pour all his passion for the American Thrash.Obviously being the band born as a kind of tribute, it’s fair to expect nothing more than a mixture of things already heard, taking and reassembling at will masters like Slayer, Annihilation and early Megadeth. Despite all the headbanging is guaranteed by a handful of powerful and engaging tracks, but the production is unfortunately the weak point of the record.

Contatti: Facebook
Etichetta: Club Inferno Entertainment
Anno di Pubblicazione: 2020
TRACKLIST: 01. Soldados; 02. Filthgrinder; 03. Post Apocalypse Breed; 04. Birth Of A Tyrant; 05. So Old, So Cold; 06. Iconoclast; 07. Angel Of Silence; 08. Peace Sells (Megadeth cover); 09. Of Magma And War
Durata: 37:28 min.

Autore: KarmaKosmiK

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.